15 juin - 13 juillet 2023

L’artista ha una pittura empirica, un’opera non costituisce una produzione fine a se stessa ma si configura come una vera e propria esperienza che influenza le opere.

Le immagini, realizzate con tecnica divisionista, si ammirano per l’intensità e le vibrazioni della luce ottenute in un'attenta distribuzione delle forme d’ambiente.

Pellizza de Volpedo sull’esperienza del divisionismo italiano scrisse: “Sento che ora non è più il tempo di fare dell’Arte per l’Arte, ma l’Arte per l’umanità”.

Dal 15 giugno al 13 luglio 2023

Retour à la liste